Generatori Azoto


Nella lavorazione della fiamma, l’idrogeno prodotto dai generatori sostituisce l’acetilene, il propano, le bombole di idrogeno ed ossigeno.
Grazie all’alta qualità ed alla purezza dei gas prodotti dai generatori, l’utilizzatore finale può evitare l’uso delle bombole.

I generatori sono utilizzati nei seguenti campi di applicazione:

  • Saldo-brasatura
  • Taglio
  • Oreficeria ed argenteria
  • Strumenti ottici
  • Lavorazione del vetro
  • Industria alimentare
  • Industria elettronica

FUNZIONAMENTO
Una volta avviato, il generatore fornisce un flusso continuo di azoto con una purezza richiesta dal cliente continuamente monitorata da un analizzatore del residuo di ossigeno con soglia di allarme regolabile. La produzione di azoto allo stato gassoso attraverso la separazione dell’aria è un processo molto semplice e autorigenerante, basato sulle caratteristiche separative del setaccio molecolare CMS (Carbon Molecular Sieve), il quale assorbe le molecole dell’ossigeno presenti nell’aria e lascia passare quelle dell’azoto.

CARATTERISTICHE
Il generatore di azoto è composto, a seconda dei modelli, da un minimo di due contenitori (A e B), riempiti di setaccio molecolare CMS, che funzionano in modo alternato. Mentre il contenitore A attraversato dall’aria compressa produce Azoto, il setaccio molecolare del contenitore B viene rigenerato e depressurizzato a pressione ambiente. Questo ciclo ha la durata di circa 60 secondi dopodiché è il contenitore B a produrre Azoto mentre il setaccio molecolare del contenitore A si rigenera: questa tecnica di separazione dell’aria è denominata PSA (Pressure Swing Adsorption). La combinazione di tutte queste caratteristiche, unita alla strumentazione di controllo, permette di offrire una soluzione ottimale per soddisfare completamente qualsiasi tipo di esigenza ottenendo, oltre al basso costo di produzione dell’azoto, un’elevata sicurezza per l’assenza di recipienti ad alta pressione ed una notevole flessibilità di utilizzo.

RICHIEDI INFORMAZIONI